Home / Sole Vero / Fusione nucleare / La fusione nucleare fredda e la fine dei tempi
Si sta dilatando l'universo, le tempeste solari sono in aumento e la Terra si sta riscaldando a ritmi ultra celeri. La scienza non sa il perché e la politica continua con i soliti giochi... Il rinnovamento reale è possibile e imminente

La fusione nucleare fredda e la fine dei tempi

I quattro Elementi possono essere composti dalle particelle del Modello Standard, tutte rivelate in laboratorio

Sulla Terra i ghiacci fondono a ritmi crescenti.
Il sistema solare sta mutando in pochi anni.
Le tempeste solari stanno crescendo di intensità, con un probabile picco in maggio 2013.
L’universo osservato sta accelerando la sua espansione in pochi decenni.  
La scienza non sa perché. 

Tutti credono che la scienza rappresenti la certezza. Nessuno si chiede che cosa è la Vita.
Tutti i fenomeni vitali – orgasmo, concepimento, embriogenesi, rigenerazione cellulare, ripiegamento delle proteine, secrezione ormonale, ecc. – durano attimi, si svolgono in tempi miliardi di volte più celeri del tempo unico e immutabile in base al quale si “deve” calcolare tutto, dai salari ai debiti delle banche, dai moti degli astri alle speculazioni finanziarie.
Che cos’è il tempo?
Nessuno lo sa. Eppure è semplice: il tempo dipende dalla velocità di rotazione.
Il nostro giorno dipende da quella della terra intorno a se stessa, il nostro anno da quella della terra intorno al sole. La salute dipende dalle velocità – gli spin – dei nuclei atomici che compongono il corpo umano. Lo dimostra una diagnosi ben nota, la Risonanza Magnetico Nucleare. Sono tutte velocità diverse che corrispondono a tempi diversi, legati peraltro alla secrezione ormonale, quindi agli umori e alla psiche dell’essere umano.
Oggi molti credono che la fisica quantica spieghi la spiritualità, seguono una moda importata dagli USA, ignorando peraltro che esistono diversi tipi di fisica quantica e che quella usata nell’odierna comunicazione è come la nebbia: lascia il tempo che trova. Se la vecchia Europa non si inchinasse all’impero USA e riconoscesse il proprio patrimonio culturale, legato ad antiche civiltà quali Egitto, Persia, Grecia e Roma, potrebbe trovare le risposte a due semplici domande – “che cos’è la Vita?” e “che cosa è il tempo?” – e così contribuire al rinnovamento del mondo che sarà reale e pratico solo se sfidiamo il “dio tempo”.

Questa sfida coinvolge un’altra domanda fondamentale:che cos’è la materia?“. La fisica quantica sa che non è composta di palline, ma dipinge le particelle nucleari come  palline piene immerse nel vuoto. Per gli astronomi stelle e pianeti sono palle piene, separate da uno spazio vuoto. Oggi si sa che lo spazio vuoto non esiste… 

La geofisica mostra che la Terra è, invece, composta di vari strati con velocità diverse che possono avere versi opposti di rotazione. Succede nel Cuore della Terra – raggio 3300 km circa – che è trino, composto di due sfere cave, una liquida e, l’alta solida, che circondano una piccola sfera centrale (raggio 300 km). Ebbene quest’ultima ruota in verso opposto a quello delle altre due, gira verso Ovest, anziché verso Est. Si svela così il segreto del moto perpetuo: il doppio movimento  che si auto alimenta senza bisogno di combustibili. La doppia rotazione c’è anche nelle macromolecole organiche che compongono il corpo umano. Il grande segreto della Vita è la Sua intelligenza, la Sua abilità a trasmettere una lingua binaria che le particelle nucleari registrano come rotazione destrogira o levogira.

 

Tutti gli eventi misteriosi, che le scienze non spiegano, si possono spiegare con la crescente intensità della corrente nucleare debole e quel fenomeno che le religioni chiamano “miracolo”: la resurrezione del corpo

Invece è un evento naturale, una peculiare fusione nucleare fredda che sta fondendo la materia “normale” – quella che compone l’universo osservato – con un particolare tipo di antimateria, rivelato in laboratorio e parte del Modello Standard della fisica. La descrivo nel mio ultimo libro Baby Sun Revelation (In Italiano) in cui indago anche sul perché l’accademia esalta la fusione calda nel cuore delle stelle. E’ una fusione lenta che nessuno ha riprodotto a terra, malgrado 50 anni e passa di ricerche e gli ingenti finanziamenti devoluti. Il motivo è semplice: la fusione calda è un’invenzione delle menti scientifiche, convinte che le particelle nucleari siano palline piene soggette a forze universali che competono tra loro. 

Urge una nuova concezione della materia.Sono porte di diamante e nere scriveva Giordano Bruno nel ‘500.
La traduzione in termini scientifici è che le particelle nucleari – quark e antiquark – sono micro buchi neri e bianchi ruotanti. La proposta è emersa da tanti autori illustri ed è sempre stata rifiutata dall’accademia. Perché? Il motivo è tragicomico… Se così fosse si dimostrerebbe ciò il futuro già esiste. I buchi ruotanti sono infatti connessioni istantanee con gli universi nel futuro. Non è un sogno: è una soluzione delle equazioni di campo di Einstein.

L’esaltazione della fisica quantica, disgiunta dalle teorie della relatività, e spacciata in alcuni casi pure per “spiritualità” ha contribuito a conservare il potere temporale, a far credere che la realtà sia legata alla logica del passato e che il futuro sia una ripetizione dello stesso con alcune piccole varianti, riforme incapaci di sfidare la tirannia che ha dominato la storia e determina oggi i debiti e la miseria dei popoli: il credo in un unico tempo. E’ la sudditanza al “regno” di Saturno ed è anche la voluta ignoranza che possiamo passare a quello di Giove che è gioia, prosperità e abbondanza, senza bisogno di combattere, ma solo riconoscendo come la Vita si manifesta in ognuno di noi. Con l’eros e le emozioni, le sensazioni preveggenti, le intuizioni che possiamo cogliere, le azioni che possiamo compiere.  

La scienza, fisica quantica inclusa, non lo può sapere. Le sue osservazioni avvengono tutte tramite un campo bipolare ancorato al passato: il campo elettromagnetico. La scienza ignora il biomagnetismo, tipico di tutti gli organismi e così serve al solito gioco del potere. Se la materia nucleare è composta di micro buchi neri ruotanti si capisce il motivo per cui la chiesa cattolica ha mandato al rogo Giordano Bruno: la comunione con gli infiniti tempi è autonoma per ogni essere vivente e non ha alcun bisogno di una mediazione, non del sacramento dell’eucaristia di cui la stessa chiesa proclama l’esclusività.

La fusione nucleare fredda si può spiegare con il Modello Standard della fisica e riconoscendo gli effetti sui corpi viventi della forza nucleare debole. Quella che non si spiega è invece la fusione nucleare calda.

Recenti studi sulla sismica solare dimostrano che i moti convettivi, che dovrebbero trasportare il calore dal Cuore alla superficie solare, sono cento volte più lenti di quanto si credeva prima. La convezione quindi non c’è e non si capisce come il calore prodotto dalla presunta fusione calda possa giungere sulla superficie solare e da lì irradiarsi come luce

La Vita si auto alimenta senza bisogno di combustibili, né di illusorie spiritualità. La fisica osserva in prevalenza solo il moto che sentiamo come memoria,  ma il cervello umano, può sentire anche il Progetto GENETICO annunciato da millenni: l’evoluzione della percezione umana, una trasmutazione della materia nucleare, ormai in atto che consente di usare tutte le abilità del proprio cervello, di sognare e contribuire in pratica alla nuova era.

Ti consiglio anche...

fisicaorganica_sample_image

IL SOLE VERO

(English) ORGANIC Physics is centered on the loving, deep relation between each human being and infinite universes. Its basic thesis regards the meaning of Life: it is the universal Force, LIFE, that links and moves infinite universes, the same one that physicists call "Electroweak".

Lascia una risposta