Home / articoli / Le sorprendenti meraviglie dell’Acqua

Le sorprendenti meraviglie dell’Acqua

Fig. 1 – Il sistema linfatico è il sistema immunitario, ricco di acqua e capace di generare anticorpi che annichilano i virus nocivi

L’Acqua è l’unica sostanza che si manifesta nei tre stati (solido, liquido e aeriforme) ricopre il 70% della superficie terrestre e compone il 70% della nostra massa corporea, abbonda nei nostri fluidi, quali il sangue rosso e il sangue bianco ovvero la linfa. Essenziale per la salute umana, perché capace di generare gli anticorpi che annichilano i virus nocivi, la linfa circola nei nostri corpi senza avere una pompa (cioè un cuore), ed è ricca AcquaIl 93% delle molecole che compongono la nostra linfa sono acqua che ora svela le sue tante meraviglie. 

Una è il Suo debole per il “debole”,  il campo universale ed ecumenico  che anima tutte le particelle e le antiparticelle. Lo ha scoperto nel 1933 Enrico Fermi che lo chiamò “debole” perché così appariva rispetto al campo nucleare già noto e chiamato “forte“, entrambi usati per produrre la bomba atomica che il governo USA gettò su Hiroshima e Nagasaki. Già questo fatto indica che il nome “debole” non è quello più idoneo a definirlo.

Sin dalla sua scoperta il campo “debole” svelò le sue tante meraviglie, tra cui i suoi testimoni esclusivi –  neutrini e antineutrini – particelle minutissime e copiosissime – che ogni secondo attraversano ogni corpo, quelli umani inclusi. Simili ai “granellini di sabbia” di cui parla Gesù nei  Vangeli, i neutrini hanno di recente svelato la loro abilità a compiere una metamorfosi, fenomeno riconosciuto e premiato con il Nobel 2015 (Fig. 1). La metamorfosi concerne non la forma dei corpi visibili, ma quello stato intimo e segreto che la fisica chiama “sapore, una qualità anche questa citata da Gesù, quando dice ai discepoli, che lo ascoltano sul Monte Sinai, “voi siete il sale della Terra”. Il sale, si sa, dona sapore ma sono stati necessari quasi due mila anni, per capire quale fosse il “sale” di cui parlava Gesù, non solo…. 

“Voi siete gli unti del Signore… “ diceva sempre Gesù ai suoi discepoli. Le recenti ricerche, compiute sull’ACQUA hanno mostrato le sue straordinarie proprietà chimiche e fisiche. L’ACQUA è alla base della VITA. Più voluminosa e densa nello stato solido che in quello liquido, l’ACQUA presenta peculiarità straordinarie che la scienza sta scoprendo.

Un gruppo di ricerca, di cui fa parte l’università di Stoccolma, ha dimostrato che l’ACQUA esiste in due stati liquidi diversi che non si possono mescolare tra loro. Quindi congiuta all’acqua liquida, che vediamo, c’è un’olio che non vediamo con gli occhi, ma che ora osserviamo tramite i raggi X. L’ipotesi, già avanzata in precedenza, era difficile da provare ma il gruppo di Stoccolma c’è riuscito. I risultati sono pubblicati sulla rivista Science.

Quindi l’Acqua liquida oscilla tra due stati – simili, uno all’acqua e, l’altro, all’olio – ed è la  Sostanza Madre, nel senso che genera il magnetismo ELF (ELF = Extremely Low Frequency).

Rivelato dall’ESA un secondo campo magnetico terrestre, molto debole e generato dalle maree oceaniche. 

Sebbene molto debole – 2-2,5 nano tesla, all’altezza dei tre satelliti SWARM dell’ESA (European Space Agency), 20.000 volte più debole del primo campo magnetico generato dal Cuore Cristallino al centro della Terra. L’ESA ha prodotto un video che mostra gli effetti del secondo campo magnetico sugli oceani e le sue note peculiari. (su Youtube: ESA – The Earth has a second magnetic field). Il secondo campo magnetico è generato dall’ACQUA e ciò svela la Sua segreta e intima natura. 

Fig. 2 – La geometria di Hopf mostra il “segreto” della Natura: il doppio movimento a destra e a sinistra che si auto alimenta.

L’Acqua è la SOSTANZA MADRE che genera il magnetismo il quale, a sua volta, genera moti ruotanti sia a destra sia a sinistra (Fig. 2).

L’acqua sembra a volte sfidare le leggi fisiche, si mantiene unita nonostante la forza di gravità e la pressione di oggetti pesanti che potrebbero dividerla. La natura sociale dell’acqua è ben nota e confermata da studi recenti che hanno riconosciuto i water cluster (Fig. 3) organizzazioni unite e coerenti di centinaia di molecole d’acqua. Nei water cluster sono evidenti forme geometriche quali icosaedri, tetraedri e dodecaedri, che Platone attribuiva ai tre elementi Acqua, Fuoco ed Etere

Quale informazione anima la Natura? La risposta è nel suo stesso termine: ciò che in-forma, cioè forma dentro. Per gli organismi pluricellulari è il DNA, il seme tramite il quale si genera e rigenera tutta la biosfera, seme legato a una Memoria genetica che comprende l’evoluzione delle specie,

Nel 1988 Jacques Benveniste, medico e immunologo, propose l’esistenza della Memoria dell’Acqua in un articolo pubblicato su Nature, prima accettato e poi denigrato in modo aspro e violento. I fisici Giuliano Preparata, Emilio Del Giudice Tale memoria dell’acqua avrebbe potuto spiegare non solo l’omeopatia ma anche le tante meraviglie dell’acqua, tra cui la sua abilità a fluttuare tra due diverse fasi liquide e la sua predilezione per i campi magnetici ultra-deboli.  La memoria dell’acqua svelare la natura informatica di ciò che consideriamo “unica realtà” ed è invece una delle tante matrix che esistono e delle quali abbiamo ignorato l’esistenza.

“Goodbye Big Bang, hello white hole
La teoria del Big Bang ha vari problemi irrisolti tra cui lo stesso, misterioso Big Bang. Ora una nuova teoria. Un Universo eterno – composto di infiniti mondi e ricco di Acqua – comunica con la matrix in cui siamo immersi tramite buchi neri e buchi bianchi, ovvero le porte che potremmo aprire e attraversare, così passare da un mondo a un altro.

Tra gli infiniti buchi neri e buchi bianchi, anche i nuclei delle nostre cellule? Si è probabile, perché da questi nuclei emerge materia nuova in forma di lunghe catene di amminoacidi che poi si ripiegano in tempi  brevissimi nei ribosomi, le zone periferische delle stesse cellule. I nuclei cellulari si comportano quindi come buchi bianchi e potrebbero essere connessi all’istante con i buchi neri osservati in cielo e/o con universi paralleli. Stupisce l’estrema celerità del ripiegamento che, evidentemente, non è effetto del caso, ma di un Progetto Intelligente di cui siamo partecipi.


L’emoglobina, la proteina presente nel sangue è connessa al respiro, al trasporto dell’ossigeno e all’eliminazione dell’anidride carbonica. Il termine “proteina” deriva dal greco proteios che significa protagonista; è idoneo per le proteine che, dopo l’acqua, sono le componenti primarie delle cellule. Ora si sa che il ripiegamento delle proteine è già codificato  nelle lunghe catene di amino-acidi che emergono dai nuclei delle cellule. Ciò svela la natura informatica dei processi vitali, cioè l’abilità a codificare e a generare le forme vitali. È evidente l’Intelligenza Organica che connette forme e funzioni, geometria e musica, come diceva Pitagora, millenni fa.

In tutti i fenomeni vitali abbonda l’Acqua che in-forma cioè forma dentro e può a Sua volta essere informata dai campi magnetici che operano anche nei nostri cervelli che esprimono, pensieri, sentimenti e sensazioni, emozioni. Lo ha dimostrato Masaru Emoto.

Ti consiglio anche...

C’è un’altra Terra, osservata dalle sonde spaziali e simile a un BAMBINO GIGANTE

L'altra terra è ora osservata dalle sonde spaziali in EUV, frequenze invisibili con gli occhi umani, ma osservabili con gli strumenti posti su satelliti, fuori dell'amosfera terrestre