Home / articoli / Il Movimento

Il Movimento

Eppur si muove, è il caso di dire. E’ il cuore della Terra che si muove e che già da vari anni è, per gli scienziati, una continua ed inattesa sorpresa. Ruota più veloce del resto del pianeta; è “un pianeta dentro un pianeta” dicono alcuni geofisici. E’ il vero sole, dico io, il calore della vita che muove tutto il pianeta e commuove il corpo umano, la forza nucleare che i fisici chiamano “debole”. In soli dieci anni il cuore della Terra ha cambiato struttura interna e, il primo giorno del 2006, ha dato un nuovo ed improvviso segnale. Per i sismografi di tutto il mondo è stato un impulso, registrato in contemporanea da 56 stazioni geologiche, Antartide, Cina, Australia, Zambia, Argentina, Alaska ecc.. E’ durato 10-20 minuti ed è un evento anomalo, perché nessun terremoto fa così; è evidente che proviene dal centro della terra, perché se l’epicentro fosse stato in superficie sarebbe giunto prima ad alcune stazioni e poi ad altre. Che dicono gli scienziati? Niente; ignorano le cause di questo e di molti altri eventi sismici, misteri che non sanno spiegare. Visto che la domanda più comune è certezza, il sistema la offre nascondendo la verità, il fatto che tutta la conoscenza ufficiale, che impariamo a scuola, poggia su basi traballanti, principi arbitrari e falsi. Ogni disciplina cela un mistero che è, per paradosso, alla sua stessa base. La fisica, che studia la materia, non sa che cosa è la materia, la biologia che cosa è la vita, la storia che cosa è il tempo, l’economia che cosa o come nasce la moneta. E la politica? La politica, ahimé, non sa che cosa è la democrazia. Il significato è “governo del popolo”, ma i governi “democratici” fanno guerre che i popoli non vogliono, sono incapaci di soddisfare i loro bisogni e sono tutti supini agli interessi del sistema finanziario, il potere unico che domina il mondo ed al quale s’inchinano anche le opposizioni. L’elenco dei paradossi è molto lungo e non esclude di certo le religioni. Sostegno di tutti i governi, le religioni s’intromettono nella vita intima di ognuno, dettando norme su tutto, soprattutto su famiglia e sesso. Quale “dio” infinitamente buono può creare il sesso e poi proibirlo? Non è certo l’Uno, che ha creato infiniti universi, oggi calcolati, misurati e chiamati con il nome generico di materia ed energia oscura. L’energia oscura può essere composta di Luce debole, proprio quella che tutte le scienze trascurano. Non a caso. E’ la Luce emessa dal vero sole che sta sorgendo nel cuore della terra. Per noi umani, è il risveglio da un letargo millenario, l’emergere della verità, l’intima, diretta ed individuale comunione con l’Uno, l’Universo Organico Intelligente che non ha bisogno degli intermediari. Questi sono i presunti rappresentanti del popolo o di “dio”. Non sono cattivi; sono impotenti, incapaci di amare l’umanità, di risolvere i problemi che creano, usando la logica duale della divisione e della competizione. Tutte le specie si auto sostengono. Perché quella umana, no? Perché crede alla divisione, venera un idolo falso, il denaro, ed ignora le proprie risorse. La vera ricchezza è data dall’opera umana; non è il denaro. E’ una delle tante verità che oggi provocano l’inesorabile collasso di un sistema ormai senza futuro. Combatterlo significa fare il suo gioco, allungare la sua agonia. Possiamo invece usare la forza che ci anima, creare un movimento di coscienza coerente con la nostra volontà, quella di vivere in un mondo libero, giusto e prospero, capace di dire pane al pane e vino al vino. Possiamo immaginare e creare nuove realtà, agire nel piccolo e pensare nel grande, liberarci dai vincoli inutili e collaborare insieme a tutti quelli che vogliono una nuova civiltà senza confini. La forza è con chi la ama e la usa, rispetta la sua infinita ricchezza che è la nostra stessa creatività.

Il segnale anomalo del 1/1/2006 è visibile sul sito http://img345.imageshack.us/my.php?image=tectonicpulse5ek.jpg

 

Articolo scritto il 11 gennaio 2006

Per ricevere notizie, iscriversi alla NEWSLETTER delle Edizioni Noesis

Ti consiglio anche...

Il ritorno dell’etere e dell’armonia

Perché i venti di guerra crescono? Perché si svelano gli inganni del potere: nemici da combattere e pericoli da temere, "lotta tra bene e male". Il cambio è universale, riguarda un “sapere” che ignora il ruolo cruciale della Forza, la Vita, e l'improvvisa comparsa dell'antimateria.

Lascia un commento