Home / articoli / Grandi Sorprese in cielo e in terra

Grandi Sorprese in cielo e in terra

L’universo accelera all’improvviso la sua espansione…

“Non è quello che ci aspettavamo” ha dichiarato Adam Riess, premio Nobel per la fisica nel 2011, per aver dimostrato l’accelerazione dell’espansione universale. Nel 2019, nuove osservazioni hanno confermato che l’espansione universale sta accelerando ancora di più (1). Allora la gravità – l’attrazione universale – non c’è più? In verità non c’è mai stata. L’universo si è sempre espanso a causa di un remoto Big Bang. E ora che succede? Non si sa. La gravità sulla Terra c’è, ma sta cambiando; non c’è invece sulla superficie solare. Infatti da lì sfugge di continuo il vento solareplasma – che si amplia a forma di spirale, invade tutto il sistema solare e tocca la superficie terrestre verso le 3:30 della notte, l’attimo in cui avviene la nostra secrezione ormonale. Centinaia di ormoni fuoriescono dalle nostre ghiandole endocrine, influenzano i nostri umori e il nostro risveglio mattutino. Molti si risvegliano in quell’attimo.

Il sistema endocrino secerne ormoni nell'attimo in cui il vento solare tocca la superficie terrestre

Pochi però sospettano che i mutamenti, osservati in cielo, siano legati a noi osservatori sulla terra. Eppure il nostro sistema endocrino secerne quel “pane quotidiano” che è il pacchetto di ormoni, collegato peraltro al nostro sistema immunitario che crea anticorpi e ci guarisce dai virus, forse anche dal coronavirus.

“Il piccolo è come il grande” affermava il leggendario Ermete Trismegisto e conferma ora uno studio dell’Università di Princeton, pubblicato il 18 dicembre 2018.

La gravità è collegabile in modo matematico alla dinamica delle particelle subatomiche.

Sono quelle che compongono tutti i corpi, anche i nostri. Allora non a caso la gravità ci obbliga a “lavorare con il sudore della fronte” e l’inerzia delle ossa del bacino, obbliga le donne a “partorire con dolore”. Solo il 5% della massa calcolata è osservabileLe due condanne “divine” sono legate alla gravità e all’inerzia che sono connesse tra loro e anche alla materia “normale”, quella che le Scienze osservano e che compone solo il 5% di tutta la massa che le stesse Scienze calcolano. E che dire allora del 95% finora mai osservato? Non dipende dalla gravità né è legato al campo elettromagnetico. Potrebbe essere ciò che artisti e poeti hanno dipinto o sognato; comunque dimostra la cecità delle scienze che molti considerano “certe”. Per Dante “l’amor move il sole e le altre stelle”, per Giordano Bruno “è l’unica Forza che move e lega infiniti mondi intelligenti”. L’amore dunque muove e commuove  per saggi e poeti, non  è l’attrazione fatale ed è legato alla sessualità.

La salute del corpo umano è legata ai movimenti e cioè alla dinamica delle particelle subatomiche che compongono il nostro corpo. Lo svela una diagnosi: la Risonanza Magnetica Nucleare. Se la dinamica è una danza coerente c’è salute, se è incoerente, c’è malattia. Ebbene le coerenza dipende dalla forza che la fisica chiama “debole”, l’unica che comunica con tutte le particelle e i vari generi di materia, qjuindi vari mondi (2).

E se “provare un debole” significasse essere innamorati? Potremmo capire perché “essere eletti è come essere innamorati”, come dice l’Oracolo a Neo nel film Matrix. Oggi assistiamo ai successi della scienza ma anche ai suoi fallimenti, all’incapacità di rispondere a domande quali “che cos’è la Vita?” e “cos’è la morte?”.

“La Vita vi renderà liberi” afferma Gesù in una frase, scritta nei Vangeli. La Vita è una danza

Il 22 febbraio 2019 i fisici del MIT hanno calcolato per la prima volta la distribuzione della pressione dentro i protoni, particelle nucleari considerate i “mattoni” dell’universo. I calcoli hanno dimostrato l’enorme pressione centrifuga – esercitata dalla forza “debole” al centro – e quella minore, centripeta, esercitata dalla forza nucleare “forte” sul bordo. Queste due forze “opposte” – centrifuga e centripeta – pure citate dalle filosofie orientali coesistono in ognuno dei miliardi di protoni che compongono il nostro corpo.
Per millenni pochi forti hanno dominato su tanti deboli. Un caso? No, una causa: l’uso dominante della luce elettromagnetica che si vede fuori e l’ignoranza della LUCE DEBOLE che anima dentro.

© J.F. Podevin – La gravità è legata alla dinamica delle particelle subatomiche

Il predominio del campo forte, predominio solo apparente…

“Basta riconoscere il significato umano delle forze” come proponeva Giordano Bruno (1548-1600).

1) La forza centrifuga –debole” – è in comunione naturale con tutte le particelle, nucleari e non (2).

2) La forza centripeta – “forte” – confina le particelle nucleari, le paralizza e provoca malattie; separa i nuclei dagli elettroni che emettono la luce visibile cioè la luce che, secondo le nostre menti grigie, “riflette la realtà”.

Così quasi tutti ignorano l’esistenza dell’Altra Terra, forse la Terra Promessa citata pure nei Vangeli…

1 – Le osservazioni sono state compiute con il Telescopio Spaziale Hubble e basate sulle stelle variabili (Cefeidi).
2 – Vedi il video Universo Organico e l’evoluzione umana

Ti consiglio anche...

C’è un’altra Terra, tutta unita, coerente e libera dalla gravità…

C’è un’altra Terra, invisibile ma reale, tutta unita, coerente e… senza gravità. E’ osservata dalle …